Ristrutturazione di via Oriani; l’11 giugno cominciano i lavori, con le prime operazioni per l’avvio del cantiere

È programmato per l’11 giugno, con le prime operazioni per l’avvio del cantiere, l’inizio dell’intervento di ristrutturazione di via Oriani, che segue quello di via Pascoli, realizzato l’anno scorso, per un investimento complessivo di

550mila euro.
Si interverrà, alternativamente, nel tratto da via Cerchio a via Tombesi dall’Ova e in quello da via Tombesi dall’Ova a via Guaccimanni.

I lavori comporteranno il divieto di transito e sosta per tutti i veicoli, mentre sarà sempre garantita l’accessibilità pedonale (in caso di particolari necessità di accesso, i residenti e domiciliati, nonché le attività commerciali e artigianali, potranno coordinarsi direttamente con l’impresa esecutrice, compatibilmente con le esigenze del cantiere). Si allegano planimetrie con segnalazione delle deviazioni.

L’ultimazione dei lavori è programmata entro il 31 dicembre. E’ però previsto che entro l’inizio delle scuole le lavorazioni che comporteranno il divieto di transito siano terminate. Ci saranno quindi ancora dei lavori da eseguire, ma che non comporteranno modifiche alla viabilità.

Una volta emessa l’ordinanza con le necessarie modifiche alla circolazione, residenti e domiciliati in via Oriani che non sono già muniti di contrassegno di tipo "SR", in quanto attualmente i loro veicoli sostano in area privata, potranno rivolgersi all'ufficio permessi della Polizia municipale per richiedere un contrassegno temporaneo di tipo “P”, corrispondendone i relativi costi, che consenta per la durata dei lavori la sosta gratuita nelle aree limitrofe regolamentate a parcometro e in piazzale Segurini (parcheggio antistante al Mar in angolo fra via di Roma e viale S. Baldini).

Caratteristiche dell’intervento
Saranno rifatti la pavimentazione stradale e i marciapiedi, mediante la realizzazione di due fasce laterali a raso protette di larghezza variabile da un metro a un metro e mezzo. Sarà mantenuta l’unica corsia di marcia a senso unico, come allo stato attuale. Si interverrà anche sulla rete fognaria, demolendo una delle due fognature esistenti, oramai non più efficiente, al fine di poter allacciare gli scarichi esistenti all’altra fognatura, idonea alla raccolta e smaltimento; saranno realizzati inoltre interventi di rifacimento puntuali sulla rete acquedotto e gas. Per l’impianto di pubblica illuminazione è prevista la predisposizione della tubazione con pozzetti per l’eventuale futuro interramento dell’esistente linea aerea. A completamento dell’intervento, sarà totalmente rifatta la segnaletica orizzontale e verticale.

0
0
0
s2sdefault