da il Resto del Carlino 19 febbraio 2018

Mercato coperto, si allungano i tempi

Per l’apertura si va ad ottobre Mambelli (Confcommercio): «Si tolgano almeno le impalcature»

LA RIAPERTURA del Mercato coperto slitta all’autunno. L’inaugurazione fissata per giugno è stata posticipata a fine settembre- ottobre. Nel frattempo l’impalcatura verrà ridotta, ma non

tolta completamente. Fonti di Coop Alleanza 3.0 spiegano che «i lavori di restauro dell’edificio che ha 90 anni di vita devono procedere con maggiore lentezza rispetto a un normale intervento edilizio e questo ha comportato uno slittamento dei tempi. Per motivi prudenziali si rende necessario posticipare la fine dei lavori». Sul piede di guerra la Confcommercio. Il presidente Mauro Mambelli parla di «presa in giro dei commercianti costretti a subire ancora per mesi il disagio di avere un cantiere di questa portata nel cuore della città». Ma ciò che non digerisce Mambelli sono le impalcature. Secondo la rimodulazione dei programmi dei lavori, ad aprile l’impalcatura che si affaccia su via Ponte Marino verrà snellita nella parte superiore e resterà per un’altezza di 2 metri. In maggio verrà modificata l’impalcatura su via IV Novembre, sempre a 2 metri di altezza. Il transennamento serve al cantiere per poter eseguire lavori di rifacimento dell’impianto fognario che corre tra la base dell’edificio e le strade sui tre lati. Mambelli è fortemente contrariato. «Solo 20 giorni fa mi era stato detto che dopo i ritardi accumulati all’inizio del cantiere, la situazione si era normalizzata e quindi restava fissato per giugno lo smantellamento del cantiere. Invece adesso andiamo a dopo l’estate. E poi chissà a quando rinvieranno. A noi sta a cuore la rimozione dell’impalcatura. E’ quella che ci arreca danno. Per quanto mi riguarda i lavori all’interno possono andare avanti ancora per anni, ma non possiamo farci carico noi dei ritardi della Coop. Via quell’impalcatura, siamo stanchi di essere intrappolati. Cosa ce ne facciamo della riduzione a due metri? A noi interessa l’esatto contrario. Tolgano la parte bassa e di quella alta facciano quello che vogliono». SECONDO Coop Alleanza 3.0 l’allestimento interno potrebbe iniziare a fine marzo anche se è inevitabile che, saltata la data di giugno, si finisca direttamente all’autunno. Sullo slittamento della riapertura del Mercato coperto, interviene Paolo Guerra, presidente dell’associazione Ravenna-Romagna (Assoraro). «Com’è possibile che questo edificio sia ancora chiuso?» si chiede Guerra. «Un qualsiasi comune mortale che acquisisce uno spazio privato, o di proprietà pubblica e di interesse collettivo, è costretto a rispettare tempi di riapertura o di riconsegna. In questo caso non sono state poste delle scadenze?». E ancora «è mai possibile che la stessa Gdo, detenendo la proprietà di buona parte degli altri supermercati cittadini, abbia recentemente destinato ingenti risorse economiche per raddoppiare gli spazi di vendita dell’Esp, trascurando gli impegni presi per la riapertura del mercato coperto?». In conclusione, dopo ben 7 anni dall’acquisizione, su 30 di concessione « è legittimo sapere quando il mercato coperto sarà fruibile ai cittadini e ai turisti, tornando a essere un punto di attrattività per il centro storico di Ravenna?». lo.tazz.

0
0
0
s2sdefault