DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE CONFCOMMERCIO RAVENNA MAMBELLI
Urgente riqualificare l’area della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo e Palazzo di Teodorico

Con una lettera inviata al Sindaco di Ravenna Michele de Pascale e all’Assessore ai lavori pubblici Roberto Giovanni Fagnani, il Presidente Confcommercio Ravenna Mauro Mambelli ha evidenziato la necessità di una riqualificazione

complessiva in chiave di accoglienza turistica dell’area di Sant’Apollinare Nuovo e Palazzo di Teodorico nel tratto compreso tra gli incroci Via di Roma - Via Mariani e Via di Roma - Via Alberoni.

“La Chiesa di Sant’Apollinare Nuovo - dice Mambelli - è uno dei monumenti più visitati di Ravenna che, riconosciuta come Patrimonio Unesco, è meta di tantissimi turisti che all’uscita della Chiesa trovano purtroppo un ambiente poco adatto alla frequentazione turistica. Per questo motivo riteniamo necessario che l’Amministrazione valuti celermente la possibilità di concepirla come una sorta di salotto turistico, in quanto uno dei luoghi culturalmente più importanti della città”.
“Riteniamo si debba intervenire sui marciapiedi - sottolinea il Presidente Confcommercio Ravenna - che sono stretti ed inadeguati alle comitive dei turisti e allo stesso modo anche per i cittadini che la frequentano.
Inoltre, occorre intervenire sulle condizioni del manto stradale. Si potrebbe pensare eventualmente anche ad un percorso diverso per i bus provenienti da via Guaccimanni non facendoli più girare a sinistra ma a destra per raggiungere la stazione da Via Pallavicini (ciò eviterebbe anche l’incrocio pericoloso, all’angolo di Via Carducci, che si viene a creare con alcuni bus molto veloci che transitano per Via di Roma, provenendo da via Guaccimanni) e un arredo più adeguato consono all’area che accoglie un monumento dell’Unesco.
In altre parole, è necessario un progetto di riqualificazione tale da eliminare alcune situazioni non decorose”.
“Sempre più il turismo ed i flussi di visitatori - conclude Mambelli - vengono attratti dalle emozioni che provano sul territorio che visitano; rendere quest’area un luogo più accogliente e qualificato aiuterebbe sicuramente l’immagine turistica della città”.
Si auspica, infatti, che con la riqualificazione della strada possano insediarsi nuove attività commerciali qualificate al servizio dell’offerta turistica e degli ospiti che potrebbero vivere questa area”.
UFFICIO STAMPA

0
0
0
s2sdefault

CONVENZIONI 2019